Il palazzo fu edificato tra il 1732 e il 1737 come residenza di campagna per il conte Carlo Giuseppe Brentano, tesoriere generale del Ducato di Milano e fu progettato da Francesco Croce, architetto del Duomo di Milano.